photo_2015-05-02_18-17-50

Le luci nelle case degli altri
Le luci nelle case degli altri

Titolo: Le luci nelle case degli altri
Autore: Chiara Gamberale
Editore: Mondadori
Pagine: 392
Data di pubblicazione: 2010

La famiglia è una delle cose più belle ed importanti che esistano al mondo.

Già quando sei nella pancia di mamma sai già che lì fuori c’è qualcuno che ti aspetta. “Aspettare” è la voce più bella del verbo “amare”.

Purtroppo non tutti hanno la fortuna di poter godere del calore familiare.

Mandorla ha solo sei anni e non conosce l’identità di suo padre. Sua madre inoltre, un’amministratrice condominiale, muore all’improvviso in un incidente stradale.

Così Mandorla si ritrova completamente sola, senza una famiglia che la protegga. Tra le mani ha un foglietto di carta: è una lettera che sua madre le ha scritto dopo averla partorita. Questa lettera nasconde però un segreto troppo grande. È un indizio nella ricerca di suo padre. Sua madre le rivela che lei è stata concepita proprio in quel condominio e suo padre potrebbe essere proprio uno dei condomini.

Mandorla però non è sola: ora ha una nuova famiglia, il suo condominio. I condomini, un po’ per amicizia, un po’ per paura di uno scandalo, decidono di adottarla tutti insieme. Basterà questa piccola goccia a sconvolgere l’equilibrio precario che vigeva tra le famiglie.

L’identità del padre non è l’unico mistero che la Gamberale ci riserva. Scorrendo la storia veniamo a conoscenza del fatto che Mandorla è stata condannata per un reato, che verrà svelato solo al termine del libro. Questo escamotage è molto utile per l’autrice, in quanto spinge il lettore a continuare la lettura e scorrere il più velocemente possibile le pagine per arrivare alla soluzione del mistero.

Personalmente ho trovato la prima parte di “Le luci nelle case degli altri” un po’ noiosa e troppo piena di dettagli e vicende che non aiutano affatto il lettore nel trovare indizi. Solo a metà libro, quando la storia di Mandorla diventa più dinamica, ho trovato la narrazione che mi aspettavo già a inizio libro.

Dopo aver letto la trama questo libro mi aveva attratta molto. Forse però le mie aspettative erano troppo alte.

Storia accattivante, scrittura scorrevole, peccato per la prima parte un po’ noiosa, la vera essenza del libro la si trova solo dalla metà in poi.

Giuro che ho provato ad immaginare tutti i possibili finali ma la conclusione è stata davvero inaspettata e mi ha lasciata perplessa.

Tutto sommato una buona lettura!

Viviamo tutti all’oscuro di qualcosa che ci riguarda.

 

 

Le luci nelle case degli altri
Le luci nelle case degli altri
Recensione “Le luci nelle case degli altri” – Chiara Gamberale ultima modifica: 2015-04-30T20:00:32+00:00 da Gaia

Rispondi